Alle origini della fotografia, fu massima preoccupazione dei fotografi garantire immagini PERMANENTI ed INALTERABILI.

La produzione di immagini destinate a sopravviverci non pare più una priorità in una società dominata dal flusso e dal consumo.

Qui a video vediamo l’immagine effimera generata da un file, convenzione di codice elettromagnetico che nessun umano è in grado di leggere con i suoi sensi.

L’originale riporta la scritta “Permanent Photograph”. Chi l’ha impressa non si sbagliava.

Il processo di stampa fotografica chromotype è una variante della stampa fotografica al carbone. Da ciò che possiamo osservare a distanza di un secolo possiamo concludere che si tratta di uno dei procedimenti fotografici di maggior stabilità. La scala tonale è ancora splendidamente modulata: sembra che queste fotografie siano state stampate "appena ieri".

© 2018 by Gabriele Chiesa

Licenza Creative Commons
Questo articolo è distribuito con Licenza
Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

  • Chromotype cdv_01
  • Descrizione: Patent Chromotype - Permanent Photograph. Carte de visite, © Chiesa-Gosio.
  • Chromotype cabinet_02
  • Descrizione: ALBERT SACHS - 20, MANNINGHAM LANE BRADFORD. - PERMANENT CHROMOTYPE. Cabinet. © Chiesa-Gosio.
  • Chromotype cdv_03
  • Descrizione: Wolstenholme Bros. Blackpool & Blackburn.- Permanent Photocraph Patent Chromotype. Carte de visite, © Chiesa-Gosio.
  • Chromotype cdv_03a
  • Descrizione: Patent Chromotype - Permanent Photograph. Carte de visite, © Chiesa-Gosio.
  • Chromotype cabinet_04
  • Descrizione: Selover & Schull - Chromotype - no. 46n.Main St. Cortland. N.Y. Cabinet. © Chiesa-Gosio.